SOMMARIO:

- Attingimento acqua del Lemme da parte della ditta metanodotto (Sicilsaldo)

- Per la serie “ripuliamo! Abbelliamo!”

- Le rose dell’Asilo di Voltaggio

 

- Attingimento acqua del Lemme da parte della ditta metanodotto (Sicilsaldo):

A)   sull’Albo Pretorio online è pubblicata la seguente ordinanza della provincia di Alessandria:

“OGGETTO: ATTINGIMENTO N. 331 - DITTA R.T.I. SICILSALDO S.P.A. - NUOVA GHIZZONI S.P.A. - LICENZA DI ATTINGIMENTO D’ACQUA AD USO PROD. BENI E SERVIZI (COLLAUDO METANODOTTO GAVI-PIETRALAVEZZARA) DAL TORRENTE LEMME IN COMUNE DI VOLTAGGIO. ORDINANZA ISTRUTTORIA.

Visto [OMISSIS] ORDINA 1) che la domanda suindicata unitamente al progetto ed al presente atto siano depositati presso il Servizio Tutela e Valorizzazione Risorse Idriche della Provincia di Alessandria per la durata di giorni 15 consecutivi a decorrere dal 05/05/2016; 2) che copia della presente ordinanza venga pubblicata per 15 giorni consecutivi, a decorrere dalla data suddetta, all’Albo Pretorio on-line dei Comuni di Voltaggio, Carrosio e Gavi; 3) che copia della presente ordinanza venga trasmessa alla Ditta richiedente. Le osservazioni e/o le opposizioni scritte potranno essere presentate non oltre 20 giorni dall’inizio della suaccennata pubblicazione a questo Servizio ovvero ai Comuni presso i quali viene affissa la presente ordinanza. La visita sopralluogo sarà fissata in seguito con preavviso alla Ditta interessata, agli eventuali oppositori ed a tutti coloro che, in relazione alla presente pubblicazione, chiederanno di intervenire. I Comuni di Voltaggio, Carrosio e Gavi dovranno restituire alla Provincia di Alessandria – Servizio Tutela e Valorizzazione Risorse Idriche – la presente Ordinanza, munita del referto di pubblicazione all’Albo Pretorio on-line, nonché le eventuali opposizioni e/o osservazioni pervenute entro venti giorni dall’inizio del periodo di pubblicazione. I funzionari incaricati della visita sono autorizzati ad entrare nei fondi privati per procedere alle constatazioni di legge. Ai sensi della legge 241/90 si comunica che Responsabile del Servizio e del Procedimento è il Dott. Marco Grassano. La presente Ordinanza è custodita secondo i disposti del D. Lgs. 7 marzo 2005, n° 82, e s.m.i.. L’esecuzione della presente Ordinanza è affidata al Servizio Tutela e Valorizzazione Risorse Idriche. MG\ F.to IL DIRIGENTE Direzione Ambiente e Pianificazione Ing. Claudio COFFANO.

 

B)   il 16/05/16 scrivevamo alla Provincia e al Comune la seguente lettera:

“Con riferimento all'attingimento in oggetto, chiediamo cortesemente:

- di conoscere con precisione gli usi dell’acqua che verrà attinta;

- quale sarà il quantitativo complessivo d’acqua da attingere in tutto il 2016;

- quale sarà la periodicità di attingimento e quale il quantitativo massimo per ogni volta;

- quali saranno i punti di attingimento;

- se l’acqua, dopo l’utilizzo, sarà reimmessa nel torrente Lemme e, in caso affermativo, dopo quali eventuali trattamenti di depurazione;

- quali sono le valutazioni circa l’impatto sull’ecosistema sia dell’attingimento, sia dell’eventuale reimmissione d’acqua nel torrrente.

Ringraziamo anticipatamente per l’attenzione che verrà prestata alle ns. richieste e porgiamo cordiali saluti

            Benasso Dott. Giuseppe

                           Capo Gruppo della Minoranza Voltaggio da Vivere

                            “- Legalità Trasparenza Partecipazione – “

 

C)   In 17/05/16 giungeva la risposta delle Provincia:

“Buongiorno,

- l'uso dell'acqua è quello indicato nell'ordinanza pubblicata in Comune, cioè il collaudo delle tubazioni del nuovo metanodotto Gavi-Pietralavezzara, sostanzialmente si deve riempire la tubazione di acqua per verificare che non ci siano perdite;

- il quantitativo complessivo prelevato sarà di circa 6.500 mc che, ripartito sul periodo di un anno, dà la portata media di 0,20 l/s indicata in ordinanza;

- l'attingimento sarà saltuario (la ditta richiedente prevede di eseguire il lavoro tra giugno ed ottobre), il metanodotto è suddiviso in 6 sezioni che verranno collaudate separatemente, la più lunga delle quali è di 11.276 metri e richiederà 3.045 mc di acqua per il riempimento completo; le altre sezioni sono più brevi (vanno da 1.098 m a 4.633 m e richiederanno da 296 a 1.251 mc di acqua);

- il punto di attingimento sarà uno solo, in Comune di Voltaggio; se vuole può richiedere di partecipare al sopralluogo che organizzeremo al temine del periodo di pubblicazione dell'ordinanza presso l'albo pretorio del Comune;

- l'acqua verrà restituita al Torrente Lemme; la pratica per l'autorizzazione allo scarico però è soggetta ad AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) e non viene seguita dal mio Ufficio: la ditta richiedente dovrebbe avere presentato apposita istanza presso lo Sportello Unico del Comune. Nella documentazione tecnica allegata alla ns. istanza, però, la ditta indica i parametri che controllerà (Le allego la tabella) e, nel caso in cui ci fossero degli sforamenti, dichiara che le acque verranno smaltite come rifiuto;

- gli impatti dovrebbero essere minimi: il prelievo è limitato nel tempo (alcuni mesi) e la portata massima richiesta (20 l/s) risulta compatibile con le portate medie del Torrente Lemme; in ogni caso la ditta richiedente è soggetta al rilascio di un deflusso minimo vitale pari a 114 l/s e, nel caso in cui la portata del Torrente Lemme fosse inferiore, il prelievo non potrebbe essere esercitato. Per quanto concerne la reimmissione, non è diretta competenza del mio Ufficio, ma verrà sicuramente valutata all'interno del procedimento di AUA; in ogni caso, come già accennato, la ditta richiedente si impegna a smaltire come rifiuto le acque utilizzate per il collaudo delle tubazioni nel caso in cui non fossero conformi i parametri indicati nella tabella allegata (o anche altri che verranno magari indicati nel provvedimento di AUA).

 A disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti, Le porgo distinti saluti.

 Massimiliano Girotto - Provincia di Alessandria - Servizio Risorse idriche”

 

D)   Questa, infine, la nostra contro risposta:

“La ringraziamo per le informazioni da Lei ricevute.

La ringraziamo altresì per la Sua disponibilità sull'argomento anche in futuro.

Ci riserviamo di chiedere di partecipare al sopralluogo da Lei preannunciato.

Cordiali saluti anche a nome dei colleghi.

Benasso Dott. Giuseppe – Capo Gruppo Minoranza Voltaggio da Vivere - Legalità Trasparenza Partecipazione”

 

 

- Due anni fa: “Ripuliamo! Abbelliamo!”

Così, invece, nei giorni scorsi la passeggiata dell’acqua sulfurea e uno scorcio della Piazza di Sant Antonio

Passeggiata acqua sulfurea 1

 

 Passeggiata acqua sulfurea 2

Passeggiata acqua sulfurea 3

 

Passeggiata acqua sulfurea 4

- Le rose dell’Asilo di Voltaggio.

  Ci è stato segnalato da più parti che da un paio di giorni ha fatto irruzione su facebook la polemica sulle rose da sempre presenti nella piccola grotta della Madonnina nel cortile dell’Asilo, tagliate (o estirpate?) qualche settimana fa, non si sa su iniziativa e disposizione di chi. Il merito dello scoop è di una voltaggina doc, che quelle rose aveva viste quando frequentava quel cortile con il fiocco rosa (ma anche generazioni precedenti alla sua le avevano viste).

Affinché anche i nostri lettori possano capire di che si tratta, pubblichiamo un paio di foto forniteci da nostra assidua lettrice sul prima e sul dopo taglio/rose.

Roseto 2

Roseto 1