Pubblichiamo con piacere il comunicato dei giornalisti già de Il Nostro Giornale in cui ci preannunciano un’uscita on-line e, di seguito, un articolo pubblicato sul loro profilo Facebook (Giornale7) sull’amianto nella Castagnola.

E’ importante, sia ora sul profilo Facebook, sia in un domani per il giornale on-line, frequentare pagine Facebook e e siti relativi al loro gruppo, perché più visualizzazioni ci saranno e più probabile sarà una lunga vita per il nuovo giornale.

- Come saprete, “Il Nostro Giornale” ha cessato le sue pubblicazioni ma un gruppo di giornalisti e collaboratori ha deciso di non rassegnarsi, di non fermarsi e perciò di continuare a operare sul territorio.

Dall'esperienza maturata con il settimanale gaviese nasce “Giornale7”, una nuova realtà editoriale che si propone di essere in primo luogo un mezzo d’informazione dei cittadini, senza filtri né condizionamenti si sorta.
La creazione di “Giornale7” è stata fortemente voluta da chi ama il difficile mestiere del giornalismo e sa quanto sia importante un’informazione oggettiva, nel rispetto del lettore.

A breve sarà comunicato ai lettori quando questa nuova esperienza avrà inizio. Nel frattempo restate in contatto con noi tramite questo profilo Facebook.

 

- “A Castagnola si scava di nuovo e le polveri ci fanno paura”. La denuncia arriva dai residenti di Cabannina, frazione di Ronco Scrivia a ridosso del cantiere del Terzo valico situato in territorio piemontese, a Fraconalto. Le foto postate su Facebook mostrano nuovi accumuli di roccia scavata nel tunnel di servizio del Valico, a quanto risulta fermo da prima di Natale dopo il rilevamento di fibre di amianto nell'aria oltre i limiti di legge. Da quel momento l'attività di scavo della galleria era stata sospesa dal Cociv per mettere in sicurezza il cantiere, adottando cioè accorgimenti tecnici volti a tutelare gli operai dal pericolo rappresentato dal pericoloso minerale, come era avvenuto a Cravasco, in Liguria, nel 2015. Erano quindi stati avviati sondaggi sul fronte di scavo per comprendere l'eventuale ulteriore presenza di fibra killer nella montagna. Nessuna fonte ufficiale ha dato notizia della ripresa dell'attività mentre i residenti evidenziano come “i camion siano tornati operativi al calar del sole. Dalla galleria esce molta polvere e noi temiamo per la nostra salute vista la ormai accertata presenza di amianto”.
All'Arpa non risulta però alcuna ripresa dell'attività di scavo a Castagnola. Senz'altro il commissario del Terzo valico, Iolanda Romano, e il Cociv stesso saranno pronti a fare chiarezza.