• Avviso di Deposito Atti per Bilancio 2017
  • Catasta di gomme in località Travo
  • A volte ritornano…

 

- Avviso di Deposito Atti per Bilancio 2017 da discutere e votare in Consiglio Comunale.

Mercoledì 15 marzo 2017 abbiamo ricevuto, come Gruppo di Minoranza Voltaggio da Vivere, l’avviso di “Deposito Atti” presso l’Ufficio Ragioneria del Comune di Voltaggio.

Lo scorso anno il Bilancio di Previsione 2016/2018 doveva essere approvato, per legge, entro il 30 aprile 2016. Quest’anno la data di scadenza è stata anticipata di un mese, quindi al 31 marzo. 

 

- Catasta di gomme in località Travo.

Qualche tempo fa avevamo segnalato una catasta di pneumatici in località Travo, a pochi metri dall’asfalto della strada comunale e ci domandavamo se si trattava di una nuova discarica.

Una lettrice attenta ci ha scritto che quelle gomme servono – lo ha visto lei un giorno - come una sorta di cuscinetti, posizionati sull’asfalto, per consentire l’attraversamento della strada da parte di pesanti mezzi cingolati senza danneggiare l’asfalto della pubblica via. Ringraziamo l’attenta osservatrice per la sua descrizione di una procedura ineccepibile per tutelare il manto stradale.

Ma è proprio necessario che ai tanti disagi per le tante opere pubbliche si aggiungano anche brutti impatti paesaggistici, pur provvisori e limitati?

Per “strumenti di lavoro” come questi (le gomme) non si potrebbero trovare angoli un po’ meno paesaggistici, magari arretrando anche soltanto di pochi metri? 

 

  - A volte ritornano.

 

 

Maurizio Bisio di nuovo in azione.

Domenica 12 marzo il nostro capogruppo di Minoranza si era sentito in dovere, come Consigliere Comunale, di segnalare tempestivamente al Comune che il cornicione della Cappella di San Nicola sul ponte omonimo (il Ponte di Gèa) era pericolante.

Già la mattina dopo l’Amministrazione Comunale provvedeva a far transennare la facciata del piccolo edificio di culto.

Mercoledì 15 marzo, richiesto informalmente di mettersi a disposizione, con il “cestello” appena preso in affitto a uso familiare, Maurizio tornava a lavorare manualmente, volontariamente e gratuitamente, per “la cosa pubblica”, come aveva fatto nei cinque anni in cui era stato assessore nella giunta targata Voltaggio da Vivere.

Complimenti, Maurizio, sempre pronto, al di là degli schieramenti!