Sommario:

  • Ex Cava Cementir Voltaggio – AMIANTO “GRADO DI VIGILANZA POSTA ALTO”
  • Criticità sulla strada della Bocchetta tra Villa delle Rose e il Ponte di San Giorgio

 

EX CAVA CEMENTIR VOLTAGGIO – AMIANTO “GRADO DI VIGILANZA POSTA ALTO”

 

Abbiamo appena scritto, come Minoranza Voltaggio da Vivere, all’Infopoint del Terzo Valico per avere risposte sulle seguenti problematiche relative all’amianto:

 

1) Sito di deposito ex Cava Cementir - Voltaggio. Sul Vs. sito http://commissarioterzovalico.mit.gov.it/node/42 nella tabella “AMIANTO: STATO DELLA CONDIZIONE RILEVATA. DATI OSSERVATORIO AMBIENTALE, TRASMESSI IN AUTOMATICO” relativamente al DP04 Val Lemme (n.d.r. l’ex cava Cementir di Voltaggio) è scritto:

 

AMIANTO: STATO DELLA CONDIZIONE RILEVATA 

DATI OSSERVATORIO AMBIENTALE, TRASMESSI IN AUTOMATICO

 

DP04 - Vallemme

PRESENZA DI PIETRE VERDI OPPURE AMIANTO PRESSO IL DEPOSITO

STATO DELLA CONDIZIONE RILEVATA IN ARIA

GRADO DI VIGILANZA POSTA

 

Chiediamo: Perché grado di vigilanza posta alto? Non si è sempre detto che dal foro di Voltaggio non esce smarino con percentuali di amianto oltre la norma? Allora si tratta dello smarino proveniente da altri cantieri?

 

2) Sito di deposito Cascina Clara e Buona – Alessandria.  Dal resoconto della prima riunione dell’OSSERVATORIO AMBIENTALE DI PROSSIMITÀ” PER IL TERZO VALICO del 6 settembre 2017:

     2.1 Nel mese di agosto, con le lavorazioni sospese per le ferie, risulta che “... valori anomali sono stati rilevati dalle centraline posizionate appena fuori dalla recinzione del cantiere (il cosiddetto ‘punto di prima cintura’)...”. Chiediamo: come è possibile che, con i lavori fermi per le ferie, ci fossero valori anomali di fibre di amianto nell'aria? Quali saranno allora i valori di fibre di amianto nell'aria quando arriveranno regolarmente camion a conferire smarino nel sito di deposito?

    2.2. Per monitorare la situazione, continua il resoconto: “Come previsto dal Protocollo di gestione amianto, sono state immediatamente intensificate le attività di campionamento dell’aria (realizzato ogni giorno per 8 ore) e mantenuto il massimo livello di attenzione per tutto il periodo, anche nei giorni in cui i valori rilevati erano entro i limiti.” Perché il campionamento dell’aria per 8 ore al giorno e non per tutte le 24 ore?

 

CRITICITÀ SULLA STRADA DELLA BOCCHETTA TRA VILLA DELLE ROSE E IL PONTE DI SAN GIORGIO

 

Abbiamo appena scritto, come Minoranza Voltaggio da Vivere, alla Provincia di Alessandria per segnalare le seguenti criticità:

 

1) Sulla circonvallazione di Voltaggio, i rischi per l’incolumità degli abitanti di Villa delle Rose. Dopo la costruzione del camminamento previsto sul lato ovest della S.P. 160 dalla delibera del C.I.P.E. del 2006, gli abitanti di tale condominio sono costretti ad attraversare la S.P. 160, anche soltanto per conferire i propri rifiuti solidi urbani, in un punto talmente prossimo alla curva successiva ai muraglioni del cimitero di Voltaggio, che i rischi di investimento sono altissimi. Si propone di consentire l’attraversamento una quarantina di metri più verso il ponte sul torrente Lemme, praticando aperture pedonali nei guardrail sia sul lato ovest, sia sul lato est della S.P. 160. Su quest’ultimo lato, non essendoci spazio per camminare al di là della strada verso la scarpata, potrebbe essere utile un camminamento, che potrebbe essere in materiale metallico a fianco del guardrail e ad esso saldato.

2) Consci che non possono essere autorizzate le sole strisce pedonali sulla circonvallazione di Voltaggio, in quanto non definita "centro abitato", chiediamo se le stesse potrebbero essere apposte se unitamente fossero installati, in alternativa l'uno all'altro o congiuntamente:

  • semafori lampeggianti h24;
  • cartello bifronte sospeso in alto sopra la carreggiata con l’immagine delle strisce pedonali.

3) Tra la ex cava Cementir e il ponte di San Giorgio due punti di scarsa visibilità a causa dell’alta vegetazione fluviale:

  • Nella curva di accesso al ponte romanico di San Giorgio, km 27+200 c.a..
  • Di fronte all’ex cava Cementir - al km 24+700 c.a. - nella curva denominata “giro della gazza”, già segnalata in passato in quanto soggetta ad allagamenti in occasione di piogge intense (a questo proposito la D.G.R. Piemonte n. 1-5386 del 18/07/2017 a pag. 8: “Considerate le criticità emerse a seguito dei recenti eventi alluvionali nel territori percorsi dalla S.P. n. 160 "della Val Lemme" si chiede di ripristinare il corpo stradale in frana della suddetta SP al km 24+150 nel territorio del Comune di Voltaggio).

N.B.: Sulla S.P. 160 manca la palina del km 25.

Speriamo in pronte risposte, che ovviamente vi riferiremo.